Quando l'amore di un compagno cos possessivo, che vuole impedire anche di addentrarsi nell'insegnamento, di partecipare a delle riunioni,
come ci si deve comportare?
 

 

Ricordate le parole dei maestri e cio che il primo dovere che si ha quello di essere un bravo coniuge, oppure un bravo figlio o un bravo genitore. E quindi di fronte ad un atteggiamento talmente rigido che potrebbe anche condurre ad una rottura dei rapporti, oppure a qualcosa di veramente spiacevole, allora si rinuncia a partecipare, tanto pi che gli insegnamenti dei maestri sono anche scritti e si possono leggere.

 

Quando non ci si trova in questi limiti estremi, allora si cerca, piano piano, di convincere, di far capire che non c' niente di male, e che semmai ci pu essere tutto di bene, vero? Ma se il compagno, o la compagna, proprio intransigente, che assolutamente non vuol capire, che non vuole ascoltare ragione, se questo atteggiamento completamente cieco, di ricusazione, tale da portare poi un irrigidimento dei rapporti con tutto quello che pu seguire, allora non si devono frequentare riunioni, e si deve cercare di coltivare dentro di s l'amore per questi insegnamenti, senza turbare l'equilibrio dell'unione familiare.